⚡ Velocità sito internet: come migliorare le prestazioni

⚡ Velocità sito internet: come migliorare le prestazioni 13 Marzo 2020

Sviluppatore web professionista con esperienza pluriennale nella realizzazione di siti internet. Lavoro per migliorare la comunicazione on-line di hotel, ristoranti, agenzie immobiliari, liberi professionisti e non solo.

Già dal 2018 Google ha ufficializzato lo Speed Update: la velocità del sito viene ora presa in considerazione per stabilire il posizionamento dei siti internet.

Benché la velocità non sia l’aspetto determinante del posizionamento (i contenuti sono più rilevanti), Google dichiara che un sito lento a caricare subirà una penalizzazione più o meno considerevole tra le SERP (Search Engine Result Page).

Ed ecco spiegato perché negli ultimi tempi, finalmente, si sta facendo sempre più attenzione a questo aspetto, andando ad intervenire anche in siti già online, per migliorarne la velocità.

Come fare per aumentare le prestazioni del sito?

Per capire come muoversi, e’ necessario come prima cosa analizzare le prestazioni attuali del sito internet; uno degli strumenti più semplici da usare e’ Google PageSpeed Insights.

PageSpeed ti permette di effettuare un test di velocità del tuo sito internet attraverso il motore di ricerca Google, e ottenere un punteggio da 0 a 100, dove 100 indica la ‘perfezione’.

Se preferisci un’analisi più completa del tuo sito internet, prova il mio strumento gratuito: analisi del sito internet. Una volta eseguita l’analisi del sito, sarà più chiaro cosa non va e come intervenire.

A questo punto, le operazioni da mettere in campo sono varie e si dividono fondamentalmente in due gruppi:

  • correggere alcune ‘brutte pratiche’
  • ‘potenziare’ il sito con azioni e strumenti particolari

Nel primo gruppo rientrano quegli accorgimenti indirizzati a migliorare la qualità del sito internet quali ad esempio l’ottimizzazione del codice e delle immagini.

Le operazioni del secondo gruppo, sono quelle un po’ più tecniche e si va da un’efficace politica di cache, alla gestione delle risorse bloccanti.

Le principali operazioni per velocizzare il tuo sito internet

Per praticità le ho volute elencare in ordine di difficoltà crescente: le prime voci possono essere messe in pratica anche da chi non ha grande dimestichezza col web, mentre le altre (segnate con asterisco) sono quelle che richiederanno l’intervento di un professionista del settore.

Immagini più leggere

Fai attenzione alla dimensione delle immagini, soprattutto se il tuo sito ne utilizza molte. Siti internet per ristoranti, hotel, agenzie immobiliari, tendono ad avere molte immagini su ogni singola pagina.

Per questo motivo, se al momento non prestavi attenzione alla dimensione delle tue immagini, potresti ottenere ottime prestazioni ridimensionando le immagini del tuo sito internet.

Prova a mantenere tutte le tue immagini entro i 250kB (meglio 150kB) di dimensione ciascuna.

Codice JS e CSS minimizzato

Il codice JavaScript e CSS utilizzato dal tuo sito, può essere incorporato sia in versione ‘standard’ sia ‘minimizzato’. Minimizzare il codice vuole dire ridurre al minimo il numero dei caratteri utilizzati mantenendo la funzionalità inalterata. Durante la minimizzazione si vanno ad eliminare gli spazi, i commenti gli ‘a capo’ e altri caratteri non essenziali.

Non c’è bisogno di fare questa operazione a mano, esistono tantissimi strumenti online in grado di eseguire la minimizzazione al posto tuo.

Attenzione pero! minimizzare il codice lo rende più leggero ma di contro, molto meno leggibile, per cui evita di minimizzare del codice su cui qualcuno in futuro potrebbe dover intervenire!

Compressione del testo

La compressione del testo e’ l’abilità del web server di comprimere le risorse di testo attraverso l’uso di programmi specifici, uno dei più utilizzati e’ sicuramente gzip.

Per attivare la compressione devi poter gestire il server. Se hai un hosting su server di terzi (Aruba, Netsons, ecc) dovrai necessariamente rivolgerti al tuo provider per chiedere se e’ possibile attivare la compressione. Molto spesso comunque, essa e’ già attiva sulla maggior parte dei server in circolazione.

Per controllare se il tuo sito viene già servito con compressione del testo, segui questi passaggi:

  1. premi F12 mentre visiti il tuo sito;
  2. nella console, appena aperta, cerca la scheda ‘rete‘;
  3. seleziona una risorsa dell’elenco sottostante e controlla la sezione degli ”header di risposta‘;
  4. controlla la voce ‘content-encoding‘.

Caricamento “lazy” delle immagini fuori schermo *

Il caricamento “lazy” (pigro) delle immagini consiste nel caricare immediatamente solo le immagini visibili sullo schermo e rimandare le altre (quelle più in basso, ad esempio), solo quando entreranno nello spazio visibile.

Codice pulito e leggero *

Un codice scritto bene e leggero, permetterà al tuo sito di funzionare meglio eliminando i tempi superflui (millisecondi) di esecuzione delle funzioni. Un millisecondo dopo l’altro, un codice scritto male può far accumulare secondi di ritardo al tuo sito internet!

Ottimizzare la cache *

La cache consiste nel salvare le risorse di un sito internet all’interno del proprio dispositivo di modo da velocizzare le visite successive. Benché quindi la cache non aiuti molto durante la prima visita al tuo sito, essa permetterà di ridurre notevolmente il caricamento del sito internet alle visite successive.

Eliminare le risorse bloccanti *

Un sito internet viene caricato “un pezzo alla volta”, dove questi “pezzi” sono le risorse necessarie (codice HTML, JavaScript, CSS, immagini, ecc).

Durante la lettura del codice del sito, il browser può incontrare molteplici risorse: alcune sono piccole e facili da eseguire, altre sono ingombranti e richiedono più tempo.

L’esecuzione del sito e’ quindi un po come un incrocio molto trafficato: motorini, auto, mezzi pesanti, tutti di fretta e che cercano di passare. Puoi lasciare che il traffico si regoli da solo, con conseguenti ingorghi e ritardi, oppure decidere di far intervenire un vigile.

Lo sviluppatore web e’ esattamente come il vigile: sta allo sviluppatore, infatti, individuare le risorse “bloccanti” (quelle che impiegano più tempo a “passare”) e decidere di farle fermare un attimo, per far avanzare prima i mezzi più agili e veloci.

Pronto a velocizzare il tuo sito internet?

Hai appena scoperto le principali operazioni da mettere in campo per migliorare le prestazioni del tuo sito internet. Alcune possono essere praticate anche da chi non ha particolari capacita’ informatiche, mentre per altre e’ indispensabile affidarti ad uno sviluppatore web professionista come me.

Tieni a mente che non sempre la velocità e’ un requisito indispensabile per un sito internet; dipende da progetto a progetto, ma senza dubbio intervenire su un sito per renderlo più veloce non può far altro che portare dei miglioramenti alla tua presenza online.

Se hai bisogno di una mano per migliorare le prestazioni del tuo sito web, non esitare a contattarmi.

Sviluppatore web professionista con esperienza pluriennale nella realizzazione di siti internet. Lavoro per migliorare la comunicazione on-line di hotel, ristoranti, agenzie immobiliari, liberi professionisti e non solo.

Realizza il tuo sito internet al miglior prezzo